(troppo vecchio per rispondere)
vantaggi della legge 104
ruisdael
2008-01-16 13:32:26 UTC
Salve, dopo tanto penare a mia madre (85 anni) invalida 100% senza
accompagnamento, è stata riconosciuta la l.104 punto 4: portatore di h. in
situazione di gravità con capacità morotie ridotte.vorrei sapere quali
vantaggi può avere da questa situazione: ad es. il contrassegno per l'auto,
visto che qualche giorno fa la sua situazione si è ulteriormente aggravata
per una caduta con conseguente rottura del femore e intervento di protesi
all'anca.
grazie Elena
m***@gmail.com
2008-01-16 14:22:32 UTC
Post by ruisdael
Salve, dopo tanto penare a mia madre (85 anni) invalida 100% senza
accompagnamento, è stata riconosciuta la l.104 punto 4: portatore di h. in
situazione di gravità con capacità morotie ridotte.vorrei sapere quali
vantaggi può avere da questa situazione: ad es. il contrassegno per l'auto,
visto che qualche giorno fa la sua situazione si è ulteriormente aggravata
per una caduta con conseguente rottura del femore e intervento di protesi
all'anca.
grazie Elena
Si, ma non è la legge 104 deputata al rilascio del contrassegno.

Per il contrassegno per disabili la legge 104/92 non ha nulla a che
vedere, occorre la certificazione delle "Impedite o ridotte capacità
di deambulazione" che rilascia il servizio di medicina legale e
fiscale presso l'asl.
Con tale certificazione occorre poi rivolgersi ai servizi sociali del
comune per il rilascio del contrassegno.

La certificazione 104 che sua madre ha, potrebbe servire dal punto di
vista fiscale per le agevolazioni nel settore auto (acquisto con iva
ridotta, esonero dalla tassa di possesso, detrazione irpef, ecc.). Ma
sua madre può rientrare solo se è titolare di patente speciale con
adattamenti imposti dalla commissione rilascio patenti. Infatti per
chi ha le capacità motorie ridotte è previsto solo il rientro nel
seguente punto:

"....... I titolari di patente B speciale, con ridotte o impedite
capacità motorie con l'obbligo di utilizzare particolari dispositivi
di guida per veicoli a cui siano state apportate le modifiche
prescritte dalla commissione medica provinciale per le patenti
speciali e riportate sulla patente di guida....." ai fini delle
agevolazioni.

Rimangono le agevolazioni lavorative (permessi, precedenze,
inamovibilità, riduzione oraria di servizio, 2 anni di congedo
retribuito (per il coniuge del disabile), per sua madre e il familiare
che l'assiste.

Salve.

Maurizio.
ruisdael
2008-01-18 05:10:21 UTC
Innanzitutto grazie per la risposta, poi volevo precisare che nel verbale
sono indicate le capacità motorie ridotte, ma l'ufficio preposto al rilascio
(vigli urbani di Bari)richiede ""capacità sensibilmente ridotte" e
l'accompagnamento, che a mia madre non è stato riconosciuto a suo tempo e
per il riconoscimento del quale ho fatto ricorso da un anno.
grazie Elena
Post by ruisdael
Salve, dopo tanto penare a mia madre (85 anni) invalida 100% senza
accompagnamento, è stata riconosciuta la l.104 punto 4: portatore di h. in
situazione di gravità con capacità morotie ridotte.vorrei sapere quali
vantaggi può avere da questa situazione: ad es. il contrassegno per l'auto,
visto che qualche giorno fa la sua situazione si è ulteriormente aggravata
per una caduta con conseguente rottura del femore e intervento di protesi
all'anca.
grazie Elena
Si, ma non è la legge 104 deputata al rilascio del contrassegno.

Per il contrassegno per disabili la legge 104/92 non ha nulla a che
vedere, occorre la certificazione delle "Impedite o ridotte capacità
di deambulazione" che rilascia il servizio di medicina legale e
fiscale presso l'asl.
Con tale certificazione occorre poi rivolgersi ai servizi sociali del
comune per il rilascio del contrassegno.

La certificazione 104 che sua madre ha, potrebbe servire dal punto di
vista fiscale per le agevolazioni nel settore auto (acquisto con iva
ridotta, esonero dalla tassa di possesso, detrazione irpef, ecc.). Ma
sua madre può rientrare solo se è titolare di patente speciale con
adattamenti imposti dalla commissione rilascio patenti. Infatti per
chi ha le capacità motorie ridotte è previsto solo il rientro nel
seguente punto:

"....... I titolari di patente B speciale, con ridotte o impedite
capacità motorie con l'obbligo di utilizzare particolari dispositivi
di guida per veicoli a cui siano state apportate le modifiche
prescritte dalla commissione medica provinciale per le patenti
speciali e riportate sulla patente di guida....." ai fini delle
agevolazioni.

Rimangono le agevolazioni lavorative (permessi, precedenze,
inamovibilità, riduzione oraria di servizio, 2 anni di congedo
retribuito (per il coniuge del disabile), per sua madre e il familiare
che l'assiste.

Salve.

Maurizio.
m***@gmail.com
2008-01-18 14:00:16 UTC
Post by ruisdael
Innanzitutto grazie per la risposta, poi volevo precisare che nel verbale
sono indicate le capacità motorie ridotte, ma l'ufficio preposto al rilascio
(vigli urbani di Bari)richiede ""capacità sensibilmente ridotte" e
l'accompagnamento, che a mia madre non è stato riconosciuto a suo tempo e
per il riconoscimento del quale  ho fatto ricorso da un anno.
grazie Elena
Infatti, come le ho detto prima, sia la tipologia di accertamento (L.
104) sia ciò che viene certificato (capacità motorie ridotte) non è
compatibile con ciò che occorre presentare alle sedi comunali dei
servizi sociali.

Occorre nello specifico una certificazione rilasciata dal servizio di
medicina legale e fiscale asl che attesti le "capacità sensibilmente
ridotte o impedite".

Se non è stato riconosciuto a suo tempo, può benissimo presentarsi
nuovamente presso l'asl (serv. medicina legale).

Salve.

Maurizio.