Discussion:
esenzione bollo e acquisto auto legge 104/92: chiarimenti
(troppo vecchio per rispondere)
s***@alice.it
2006-04-21 14:11:38 UTC
Vorrei un chiarimento in merito all'esenzione bollo auto e acquisto
auto iva agevolata in questo senso:
Ho un figlio a cui hanno riconosciuto la 104/92 in situazione di
gravità e ciò mi ha permesso di usufruire dell'esenzione del bollo
auto fino a quest'anno (bollo scadenza 30 aprile). Dato che però il
verbale aveva una durata temporale fino ad aprile 2006 ed ho già
sostenuto la visita di richiamo (solamente 8 giorni di ritardo tra data
di scadenza e nuova convocazione) volevo sapere se il bollo auto devo
pagarlo in quanto il vecchio verbale è già scaduto e poi chiedere il
rimborso se tali benefici mi vengono riconosciuti nuovamente o devo
attendere il nuovo esito senza pagare niente e poi continuare con
l'esenzione od eventualmente pagarlo con la penale in caso di esito
negativo? Devo compilare qualche modulo (perdita requisiti o nuova
richiesta di esenzione)?
Per quanto riguarda l'auto .. per acquistare l'auto con IVA
agevolata nonché detrarre le spese dall'IRPEF, basta essere in
possesso dei requisiti, ai sensi di legge, al momento dell'acquisto o
la durata dei benefici deve coprire un periodo temporale di almeno xx
anni?
Spero di essere stato chiaro.
Grazie Sergio
maurizio
2006-04-21 15:53:09 UTC
Post by s***@alice.it
volevo sapere se il bollo auto devo
pagarlo in quanto il vecchio verbale è già scaduto e poi chiedere il
rimborso se tali benefici mi vengono riconosciuti nuovamente o devo
attendere il nuovo esito senza pagare niente e poi continuare con
l'esenzione od eventualmente pagarlo con la penale in caso di esito
negativo?
In base a quanto dici ti consiglio di aspettare l'esito in quanto è
molto complesso e passa molto tempo per ottenere un rimborso del bollo
non dovuto.
Conviene rischiare la mora (non molti euro in più se non ti
riconfermano il riconoscimento) e anche se per assurdo ti arriva il mod
F23 dell'agenzia delle entrate per il bollo non pagato sei sempre in
tempo per dichiarare in base all'eventuale conferma del riconoscimento
il NON DOVUTO PER ESENZIONE. In alternativa (se non ti la commissione
revoca il riconoscimento) lo paghi con qualche euro in più.
Post by s***@alice.it
Devo compilare qualche modulo (perdita requisiti o nuova
richiesta di esenzione)?
Per la perdita dei requisiti compila questo modulo variando la regione
o scarica dall'agenzia delle entrate della tua zona o vai
personalmente.

http://www1.agenziaentrate.it/dre/liguria/documentazione/17disabili_cessazione_esenzione_bollo.doc

Se decidi di pagare il bollo e poi chiedi il rimborso compila questo:

http://www1.agenziaentrate.it/dre/liguria/documentazione/27domanda_rimborso.doc
Post by s***@alice.it
Per quanto riguarda l'auto .. per acquistare l'auto con IVA
agevolata nonché detrarre le spese dall'IRPEF, basta essere in
possesso dei requisiti, ai sensi di legge, al momento dell'acquisto o
la durata dei benefici deve coprire un periodo temporale di almeno xx
anni?
Da subito. Ovviamente per l'IRPEF il riborso si riferisce all'anno
precedente, quindi puoi chiederlo nella Dichiarazione redditi dell'anno
successivo all'acquisto.

Questo è il modulo per l'acquisto auto iva agevolata
(autocertificazione)

http://www1.agenziaentrate.it/dre/liguria/documentazione/11disabili_acquisto_auto_iva_agevolata.doc

Ciao.

Maurizio.
s***@alice.it
2006-04-21 19:28:48 UTC
Grazie mille.
Caspita che celerità e che chiarezza nella risposta...se alla ASL
fossero come te...dovresti cambiare gruppo!!!
Ne approfitto per altre due domandine...se l'esito è negativo esiste
la possibilità del ricorso? Lo consigli o è meglio rifare tutto da
capo con una nuova istanza di riconoscimento?
Nei mesi scorsi è stato approvato un Decreto sulla semplificazione
amministrativa dove (non mi ricordo l'art.) si parla della ripetizione
delle visite di accertamento. Nel merito poi si parla di un decreto del
Ministro delle finanze e il Ministro della salute, dove verranno
elencate le patologie esenti da tali accertamenti. Se ne sa niente? Per
es. se (per mio figlio) dovesse essere riconosciuta la 104 e nel
frattempo esce il decreto che include anche la "mia" patologia, vuol
dire che è per tutta la vita riconosciuta anche se il verbale indica
una scadenza?
Grazie ancora
Sergio
Post by maurizio
Post by s***@alice.it
volevo sapere se il bollo auto devo
pagarlo in quanto il vecchio verbale è già scaduto e poi chiedere il
rimborso se tali benefici mi vengono riconosciuti nuovamente o devo
attendere il nuovo esito senza pagare niente e poi continuare con
l'esenzione od eventualmente pagarlo con la penale in caso di esito
negativo?
In base a quanto dici ti consiglio di aspettare l'esito in quanto è
molto complesso e passa molto tempo per ottenere un rimborso del bollo
non dovuto.
Conviene rischiare la mora (non molti euro in più se non ti
riconfermano il riconoscimento) e anche se per assurdo ti arriva il mod
F23 dell'agenzia delle entrate per il bollo non pagato sei sempre in
tempo per dichiarare in base all'eventuale conferma del riconoscimento
il NON DOVUTO PER ESENZIONE. In alternativa (se non ti la commissione
revoca il riconoscimento) lo paghi con qualche euro in più.
Post by s***@alice.it
Devo compilare qualche modulo (perdita requisiti o nuova
richiesta di esenzione)?
Per la perdita dei requisiti compila questo modulo variando la regione
o scarica dall'agenzia delle entrate della tua zona o vai
personalmente.
http://www1.agenziaentrate.it/dre/liguria/documentazione/17disabili_cessazione_esenzione_bollo.doc
http://www1.agenziaentrate.it/dre/liguria/documentazione/27domanda_rimborso.doc
Post by s***@alice.it
Per quanto riguarda l'auto .. per acquistare l'auto con IVA
agevolata nonché detrarre le spese dall'IRPEF, basta essere in
possesso dei requisiti, ai sensi di legge, al momento dell'acquisto o
la durata dei benefici deve coprire un periodo temporale di almeno xx
anni?
Da subito. Ovviamente per l'IRPEF il riborso si riferisce all'anno
precedente, quindi puoi chiederlo nella Dichiarazione redditi dell'anno
successivo all'acquisto.
Questo è il modulo per l'acquisto auto iva agevolata
(autocertificazione)
http://www1.agenziaentrate.it/dre/liguria/documentazione/11disabili_acquisto_auto_iva_agevolata.doc
Ciao.
Maurizio.
maurizio
2006-04-21 21:20:49 UTC
La revisione solitamente è effettuata dall'ASL sia a seguito di
verbali come quello rilasciato nel caso di tuo figlio ma anche nel
quadro di controlli a campione anche dalle Commissioni di verifica
(sempre controlli a campione programmati e previsti dalla legge). E'
ovvio che si accerta un miglioramento sulle condizioni accertate tipo
percentule di invalidità inferiore o handicap non più in condizione
di gravità o in bisogno di assistenza continuativa la commissione può
revocare un riconoscimento o abbassare il grado di invalidità.

A tal proposito è stato stabilito che:
"I soggetti portatori di gravi menomazioni fisiche permanenti, di
gravi anomalie cromosomiche nonché i disabili mentali gravi con
effetti permanenti sono esonerati da ogni visita medica, anche a
campione, finalizzata all'accertamento della permanenza della
disabilità."

Quindi chi risponde a tali definizioni (un pò generiche a mio avviso)
tipo sindrome di down, da talidomide ecc. ecc. non può essere
"ri-accertata" la permanenza delle patologie e la loro entità.

Per quanto riguarda l'eventuale ricorso, cioè se si ritenga di avere
diritto al riconoscimento negato, è possibile presentare un ricorso al
Ministero del Tesoro, Direzione Generale dei Servizi Vari e delle
Pensioni di guerra entro 60 giorni dalla notifica del nuovo verbale
(art. 1, comma 8, legge 295/1990). Questo lo puoi fare tu senza
l'intervento di un legale.

Il ministero, sentito il parere della Commissione Medica Superiore e di
Invalidità Civile, entro 180 giorni comunicherà la sua decisione
all'interessato, alla Commissione Medica e alla Commissione Medica
periferica. Se (come spesso accade) non ti viene comunicata risposta
alcuna ciò va inteso come silenzio-dissenso (o anche di risposta
negativa) puoi intervenire tramite il giudice ordinario (ovviamente
tramite legale), con citazione in giudizio del Ministero del Tesoro.

Alla luce di ciò mi sento di consigliarti (come puoi notare con un pò
di conti alla mano ci vogliono svariati mesi) di proporre una nuova
istanza di accertamento (magari di aggravamento) e nel tempo di attesa
per il nuovo accertamento puoi aggiungere altri risultati di esami o
visite specialistiche effettuate nell'attesa.
Puoi anche cambiare residenza temporaneamente e chiedere l'accertamento
presso un'altra commissione medica di una città limitrofa se pensi che
quella precedente è un pò troppo "fiscale", forse la commissione
dell'altra città visiterà con "occhi diversi".

Ciao.

Maurizio.
maurizio
2006-04-21 21:40:11 UTC
Comunque la rivedibilità è una pratica molto diffusa che le
Commissioni adottano, ma solitamente non mette in discussione la
permanenza delle minorazioni.
Spesso (ma non è una regola) dopo 2/3 visite di
accertamento/rivedibilità il verbale diventa permanente.

Comunque è anche vero che esistono dei casi (fortunatamente pochi)
dove le Commissioni hanno sbagliato nella rivedibilità della visita:

http://www.steppenwolf.squarespace.com/giornale-di-steppenwolf/2006/3/16/disservizi-piccolo-caso-personale.html

http://www.hiclassguide.com/cultura/news/2004/invalidi/page10.html

Ciao.

Maurizio.